Sempre attuale

Opportunità ed occupazione.

Occupazione per attuare progetti e progetti per creare occupazione sono i cardini sui quali ruota la libertà dei cittadini. La distinzion...

08 aprile 2018

Colazione sull'erba (*)

E' a tutti noto che la Secessione sul Monte Sacro terminò nel 503 a.C. e da allora iniziarono le guerre Civili che ebbero fine con la capitolazione di Spartaco nel 70 a.C., 433 anni dopo. 
Appare già evidente che l'apologo, la cui stesura fu preceduta da numerose "colazioni sull'erba" (oggi è il picnic con bollicine),  fu opera di gruppi di persone dotate di vari profili distribuiti tra il gruppo dei Patrizi, egocentrici, creativi e consumatori  e quello dei Plebei, altruisti, creativi e imprenditori e, per pronunciarlo fu scelto  il Pastore Menenio Agrippa Lanato perché era imprenditore e consumatore insieme ed anche Patrizio della Gens Menenia. 

03 aprile 2018

La volpe e il riccio

Isaiah Berlin, filosofo politico inglese, sostiene: «I pensatori si dividono in due categorie: i ricci e le volpi; i ricci concentrano i loro sforzi nella perlustrazione di un'area delimitata (come fanno gli individui nei loro territori!), le volpi preferi­scono scorrazzare su un territorio più vasto (come fanno gli individui nel mondo globale). Di solito un ricercatore "serio" e "cosciente" deve comportarsi più da riccio che da volpe, altrimenti i suoi esperimenti non approderanno a nulla»1.

31 marzo 2018

Le mie convinzioni

Sezione di un nautilus
Così scrive Teodorico Moretti Costanzi al capitolo secondo di Noluntas del 1941: 
La percezione degli oggetti esterni appartiene al pensiero spontaneo che si manifesta, nell’atto, come distinzione del soggetto conoscente e cosa conosciuta ed ha perciò la vivezza dell’immediato cui è implicita l’evidenza del fatto: il susseguente giudizio riflessivo sul rapporto mantiene, necessariamente, la distinzione costitutiva di esso e perciò non è spiegata, ma solo riconosciuta (…).

30 marzo 2018

Rifugiato

-->

13 marzo 2018

La risposta a Diego Fusaro


Mi riferisco a questa clip apparsa stamane
Stando al tema della Filosofia dell'economia (ammesso che questa filosofia abbia qualche fondamento di ragionevolezza), e per sottolineare il contrasto insuperabile esistente tra una forma di pensiero emergente che ripercorre nel tempo il momento storico contingente in senso hegeliano, e quello che invece lo ripercorre coi fatti in senso vichiano,  sta di fatto che i governanti del mondo continuano a collezionare inequivocabili fallimenti perché pretendono di usare mezzi che avrebbero potuto essere efficaci solo se in passato avessero avuto un qualche successo.

07 marzo 2018

Il generatore del Consenso


In fase di completamento e correzione(*)
Sulle priorità individuate dai soggetti politici per muovere in una certa direzione il Generatore d’Impulsi in [C7], i Gruppi sociali interessati assumono il Consenso di agire per conseguire obiettivi con un grado di condivisione misurata rapportando la libertà percepita ai vincoli imposti.

05 marzo 2018

ll Principio di Ragionevolezza

Il Principio di ragionevolezza costituisce lo stimolo per rendere
accettabile l’unione di singoli progetti individuali in un progetto complessivo. Così l’incontro degli individui sulle "Intenzioni" eleva la propensione alla concordia rendendo possibile vincolarsi ai soggetti politici per l’intero percorso attuativo, secondo indirizzi di propagazione propri a conseguire una certa finalità di comune interesse.

04 marzo 2018

La consapevolezza del possesso


Post in corso di aggiornamento per effetto della scoperta di una amicizia ignota e tenuta segreta da 60 anni tra Antonio Gramsci e Piero Sraffa(*).


Milano Expo 2016 - L'Albero della vita

Parlare di Bene comune, oggi, significa ricercare dove sono gli attuali assetti proprietari pubblici e privati. Tra le tutele previste dalla Costituzione che prima protegge il bene pubblico e poi il bene privato, già si dispone dello sfondo per rappresentare la scena in cui personaggi grigi ed evanescenti coniugano i verbi dare, avere, ideare, creare fare e costruire pilastri sui quali poggiano la vita delle nostre tre generazioni che abitano sul territorio italiano: nonni, padri e figli.

27 febbraio 2018

Italia nell'ONU, gli Stati regione in una federazione europea


L'errore ebbe inizio dall'Origine. L'ONU doveva essere l'Organizzazioni delle Nazioni nate coi trattati di Vestfalia e invece, oggi, le Nazioni Unite sono un'accozzaglia di regni, ducati, repubbliche, confederazioni, federazioni, unioni e stati uniti in lite gli uni con gli altri. 
A mio parere le Nazioni non dovrebbero superare la ventina. All'ONU sono in numero dieci volte maggiore del necessario. L'Italia dovrebbe essere presente in rappresentanza dei venti Stati Regione.

25 febbraio 2018

Il "bon prix" dei grani.

Mi è appena giunto il libro di Marco Minerbi “La cultura politica nell’età dei lumi – da Rousseau a Sismondi e mi affretto ad aprirlo a pagina 138 dove leggo che i fisiocratici avevano propugnato il “bon prix” dei grani. Costoro, nello scambio tra “classe sterile” e classe produttiva, avevano individuato uno dei momenti essenziali dell’intero processo dell’economia. Ludovico Anton Muratori era portavoce di tale prassi che fu tradizionalmente seguita dai vari Stati italiani nel XVIII secolo come trattatistica generale del Principe sul governo.